Formazione: perché è importante rimanere aggiornati e formati

Il nostro punto di vista

La formazione e l’aggiornamento sono la base di tutte le figure professionali. Non solo di quelle sanitarie. Sono la costante, la base, il fondamento di qualsiasi attività lavorativa intrapresa o che si vuole intraprendere. L’articolo 16 quater del DLGS 229/1999 prevede che la partecipazione alle attività di formazione continua (nasce l’Educazione Continua in Medicina). L’ECM costituisce un requisito “indispensabile” per svolgere l’attività professionale in qualità di dipendente o libero professionista, per conto delle aziende ospedaliere, delle università, delle unità sanitarie locali e delle strutture sanitarie private.

L’articolo appena descritto chiarisce l’obbligatorietà della formazione per tutti i professionisti. Come precisavo in un mio precedente servizio, il mio intento è quello di far capire al lettore di NurseToday.it che l’aggiornamento non deve essere inteso come obbligatorio, bensì come un “gesto d’amore” verso se stessi: con la formazione ci si arricchisce, aumentano le conoscenze scientifiche e con esse le competenze del singolo e del gruppo.

Una volta che riusciremo a capire realmente il motivo per cui è necessario vorrà dire che avremo percorso metà del processo evolutivo e che avremo scelto di cambiare la nostra vision sulla formazione.

Questo deve passare da noi, dobbiamo esserne consapevoli e avere l’umiltà di renderci conto di alcuni aspetti importantissimi, senza fossilizzarci su posizioni pre-costituite.

In un Sistema Sanitario Nazionale in continua evoluzione non possiamo rimanere fermi ad aspettare. Dobbiamo rimboccarci le maniche e capire che l’unica soluzione è la studiare, prepararci, arricchirci del sapere. Oggi la platea di docenti e i contenuti formativi sono quasi sempre di alto o altissimo livello. Per cui se vogliamo possiamo realmente evolverci e diventare dei seri e preparati professionisti. Come FIALS stiamo cercando di offrivi i migliori corsi oggi a disposizione.

Quello che ho detto finora si può riassumente in due parole fondamentali:

  • motivazione;
  • cambiamento.

Queste sono alla base di tutti i processi evolutivi di ogni essere umano, una strettamente collegata all’altra. Possono sembrare dei sinonimo, ma non lo sono. Tuttavia sono propedeutiche tra di loro: se sono motivato, posso avviarmi più speditamente verso il cambiamento.

Spesso ignoriamo la formazione perché ci poniamo in difesa rispetto ad essa. Siamo professionisti quindi sappiamo già tutto. Non è così e non può esserlo semplicemente perché la vita e la scienza sono in continua evoluzione.

Ad oggi il livello di formazione dei professionisti è un livello accettabile, discreto questo però non vuol dire che ci si deve fermare, oppure vivere di rendita, anzi dobbiamo trovare gli stimoli per migliorarci. Peccare di presunzione e ritenersi capace di saper far tutto è sempre un errore.

E’ necessario metterci quotidianamente in gioco, scegliere il confronto continuo con i colleghi e i giusti corsi.

Siete motivati? Siete pronti a cambiare?

Leggi altri articoli di:

Infermiere, sindacalista, appassionato di social-media.

Potrebbe interessarti...