Infermieri, Medici e operatori dell’emergenza sono tutti i giorni in guerra!

Infermieri, Medici e operatori dell’emergenza sono tutti i giorni in guerra!

Lo speciale di Hashtag24

Sono sempre più gli Infermieri, i Medici e gli operatori dell’emergenza/urgenza minacciati, picchiati e persino uccisi, come accaduto recentemente in Liguria. A macchiarsi di tali brutali gesti sono il più delle volte pazienti, caregivers, amici e conoscenti che si rivolgono al 118 o al Pronto Soccorso. Aggressioni vi sono anche negli ambulatori e nelle carceri.  Se n’è discusso ampiamente su Hashtag24, la trasmissione di approfondimento di Sky TG 24. Ospite della puntata odierna la collega Infermiera Paola Pias, che lavora in Lombardia. 

Le vittime non possono essere lasciate sole, c’è bisogno di un supporto psicologico e di un intervento reale da parte della politica e di chi ci amministra a livello nazionale e regionale.

Ospiti della serata anche Maria Teresa Bellucci, deputato di Fratelli d’Italia, e Marcello Cardona, questore di Milano.

In quale regione le violenze sono più diffuse?

La mappa delle violenze, di cui si è ampiamente parlato su Sky, ci fa riflettere su dati importanti:

  1. sono maggiori in Puglia (24%);
  2. poi in Sicilia (15%);
  3. in Sardegna (12%)
  4. in Lombardia (12%).

Chi subisce più degli altri? Ovviamente gli Infermieri: l’87,9% di loro lavorano nel Servizio 118, il 12,1% in ambulatorio, pronti soccorso e penitenziari.

Per saperne di più: LINK (fonte della notizia).

Dott. Antonio Auriemma

Infermiere, sindacalista, web-writer ed opinionista.